OSTEOPATIA

È una terapia manipolativa

sviluppata alla fine dell’Ottocento dal medico americano Andrew Taylor Still, fondata sul contatto manuale per la valutazione e il trattamento del paziente.
Dall’intuizione della relazione tra l’equilibrio funzionale del corpo umano e la sua naturale tendenza verso l’auto-guarigione, il Dr. Still creò una filosofia medica basata su quattro principi già conosciuti da Ippocrate:

• Il corpo è un’unità; la persona
è un’unità di corpo, mente e spirito

• Il corpo ha la capacità
di autoregolarsi, di auto-guarire
e di mantenere lo stato di salute

• Struttura e funzione sono
reciprocamente correlate

• La logica del trattamento
manipolativo osteopatico è basata
sulla comprensione dei principi
fondamentalidi unità del corpo

L’OSTEOPATIA

la medicina preventiva

Il Dr. Still identificò nel sistema muscolo-scheletrico un elemento fondamentale per la salute e dal punto due ribadì la particolare attenzione da riservare alla medicina preventiva, alla corretta alimentazione e al mantenersi in forma. È compito sempre dell’osteopata analizzare l’interconnessione e l’influenza reciproca tra i sistemi corporei con particolare attenzione al sistema muscolo-scheletrico, vascolare e neurologico.

In ambito osteopatico la metodologia diagnostica e terapeutica si basano sul principio di relazione tra struttura e funzione e quindi si affrontano i sintomi specifici attraverso un approccio terapeutico indirizzato all’intera persona. L’osteopata, grazie alla palpazione, sviluppando un senso del tatto molto accentuato, identifica le disfunzioni somatiche e, manipolando il sistema connettivale che relaziona muscoli, ossa, vasi e nervi, favorisce le naturali tendenze del corpo alla guarigione e a un buono stato di salute. Un obiettivo del trattamento manipolativo osteopatico è proprio il ripristino della mobilità fisiologica con un conseguente miglioramento del metabolismo tessutale.

L’osteopata collabora con tutte le figure mediche, sanitarie e non solo: ortopedici, fisiatri, neurochirurghi, oculisti, odontoiatri, ginecologi, otorinolaringoiatri, pediatri, fisioterapisti.
L’approccio multidisciplinare tra osteopati e medici specialisti integra e migliora l’inquadramento diagnostico e l’iter terapeutico a vantaggio del paziente.